Martedì 2 Ottobre, a partire dalle ore 10, il Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, ospiterà una giornata di studio intitolata “Dal Pilastro europeo dei diritti sociali: Assistenza all'infanzia e sostegno ai minori”.

L'evento, organizzato dall’Ambito S2 in collaborazione con l'Ambito S3, è accreditato con l'Ordine Assistenti sociali della Regione Campania e darà diritto ai partecipanti a 6 crediti formativi.

Le iscrizioni ed eventuali richieste di informazioni possono essere inviate a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - il modulo per l’adesione (da presentare entro e non oltre il 26/09/2018) è disponibile in allegato, insieme alla locandina dell'evento.

Di seguito è presentata la prefazione alla tematica oggetto di studio:

“La prevenzione, la promozione, la tutela e il benessere dei minori, sono una priorità nelle nostre azioni amministrative tese sempre al continuo potenziamento e alla migliore organizzazione possibile delle attività territoriali.

In questo ambito, quindi, si ritiene necessario sensibilizzare la collettività e promuovere politiche territoriali per la tutela dei minori e dei relativi bisogni.

Il “Pilastro europeo dei diritti sociali”, proclamato il 17 novembre 2017 a Goteborg, costituisce un punto di partenza fondamentale, un’occasione preziosa per i Governi per affermare con vigore i valori comuni dei diritti dei cittadini e della dimensione sociale in mondo in rapido cambiamento e vogliamo rifarci a quei valori per costruire un sistema che metta al centro i bisogni ed intorno tutti coloro che hanno le competenze, le risorse, il metodo per dare risposte certe, concrete, veloci.

  • I bambini hanno diritto all’educazione e cura della prima infanzia a costi sostenibili e di buona qualità”;
  • “I minori hanno diritto di essere protetti dalla povertà. I bambini provenienti da contesti svantaggiati hanno diritto a misure specifiche tese a promuovere le pari opportunità”.

A questi principi dobbiamo e vogliamo ispirarci e questi sono gli obbiettivi che vogliamo raggiungere, unendo le migliori energie.

Tale tutela va intesa non solo come necessità di soddisfare bisogni materiali,  ma soprattutto le esigenze affettive e di ricevere adeguata educazione in ambito familiare.

Lo scopo è assicurare formazione etica, acquisizione di autonomia e responsabilità decisionale.

Il minore è riconosciuto come soggetto di diritti civili e sociali.

Cava de’ Tirreni ed Eboli hanno condiviso questo fine e nell’ambito delle politiche dei piani sociali di zona metteranno in campo ogni azione e supporto per migliorare la qualità dei servizi.

Allegati
(427 kB)