Si comunica che con determinazione dirigenziale Inps n. 563 del 29.10.2018 è stato differito al 30 giugno 2019 il termine di validità del Bando Pubblico “Progetto Home Care Premium 2017”.

Tale differimento, consente di fruire delle prestazioni prevalenti ed integrative fino al 30.06.2019, ai beneficiari HCP in carico alla data del 31.12.2018 e a coloro che hanno presentato domanda entro il 1° novembre 2018 e siano collocati in posizione utile, in una delle graduatorie mensili fino al 1° dicembre 2018.

I nuovi utenti interessati all’adesione al Programma potranno presentare domanda di partecipazione al Bando Home Care Premium 2019, di imminente pubblicazione sul sito Inps www.inps.it .
Per informazioni – Sportello Home Care Premium
tel. 0828/328353 – 351
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si avvisa della disponibilità dell'avviso pubblico in oggetto.

Scadenza: ore 12:00 dell'08/11/2018

Visita il link seguente per i dettagli: Avviso indagine di mercato esplorativa per l’Affidamento del servizio Centro antiviolenza Mai più

“LE GIORNATE DELL’INTERCULTURA”

III EDIZIONE 2018-19 “LO STRANIERO CHE E’ IN TE”

Il progetto “Le Giornate dell’Intercultura” è parte del Laboratorio Permanente sul Dialogo Interculturale e Interreligioso. Ideato e coordinato da Maria Luisa Albano dell’associazione culturale Mediterranea Civitas e docente dell’Istituto di Istruzione Superiore “Perito-Levi”, Sezione Liceo Classico di Eboli, scuola capofila, con la referenza scientifica di Leonardo Acone, titolare della Cattedra di Letteratura per l’Infanzia dell’Università di Salerno, coinvolge molti Istituti Scolastici di ogni ordine e grado della Provincia di Salerno. Il progetto ha il contributo del Comune di Eboli e del Piano di Zona Ambito S3. Per l’’edizione 2018-2019, che ha come titolo “Lo straniero che è in te”, sono già stati realizzati alcuni seminari:

PROGRAMMA DEI PROSSIMI APPUNTAMENTI

15 NOVEMBRE 2018: convegno Internazionale “La letteratura per bambini e per ragazzi strumento di conoscenza e ponte tra i popoli”. Prima sessione presso l’Università di Salerno, cui interverranno, docenti di cattedre di Letteratura per l’Infanzia provenienti da diverse università d’Italia. Sarà ospite una delegazione proveniente dalle Facoltà di Lingue delle università del Cairo e di Luxor, guidata dal Preside di Facoltà, l’italianista Rabie Salama. Nell’ambito di questa giornata sarà presentata l’antologia di racconti "Il cavallo che non nitriva più", che contiene racconti di autori egiziani per bambini e per ragazzi tradotti in italiano e racconti di autori italiani per ragazzi, quali Calvino, Capuana e Strati, tradotti in arabo. L’antologia è stata realizzata con il contributo del nostro Ministero degli Affari Esteri, Istituto Italiano di Cultura al Cairo. I racconti diverranno un ponte tra le nostre culture.

16 NOVEMBRE 2018, seconda sessione presso l’auditorium del Liceo Classico di Eboli cui parteciperanno le seguenti scuole: Istituto Comprensivo “Matteo Ripa” di Eboli: sarà presentato un lavoro realizzato sulla figura di Matteo Ripa come personaggio ponte tra la nostra cultura e la cultura cinese; Istituto Comprensivo “Palatucci” di Campagna: sarà rappresentata una fiaba del folklore arabo “I datteri di Hasan al-Shatir” con diversi paralleli con la fiaba dei Fratelli Grimm “L’oca dalle uova d’oro”; Primo Circolo di Eboli che rappresenterà un racconto dello scrittore egiziano Mohamed Salmawy “La canna” in chiave interculturale; Istituto Superiore “Perito-Levi” di Eboli, sezione Liceo Classico: i ragazzi presenteranno alcuni personaggi ponte comuni a più culture, a partire dalla cultura greca e latina.

Nel corso di questa giornata sarà effettuata la premiazione dei tre racconti finalisti del Premio Letterario “Anna D’Aniello” “Lo Straniero che è in te”, sezione racconto breve, realizzata con il CONNGI Coordinamento Nuove Generazioni Italiane e con l’ufficio Caritas Migrantes, destinata ai ragazzi appartenenti alle nuove generazioni italiane, con background migratorio, nati o cresciuti in Italia, e che abbiano un’età compresa tra i 12 e i 20 anni. Il bando è stata pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, www.integrazionemigranti.gov.it

Martedì 2 Ottobre, a partire dalle ore 10, il Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, ospiterà una giornata di studio intitolata “Dal Pilastro europeo dei diritti sociali: Assistenza all'infanzia e sostegno ai minori”.

L'evento, organizzato dall’Ambito S2 in collaborazione con l'Ambito S3, è accreditato con l'Ordine Assistenti sociali della Regione Campania e darà diritto ai partecipanti a 6 crediti formativi.

Le iscrizioni ed eventuali richieste di informazioni possono essere inviate a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - il modulo per l’adesione (da presentare entro e non oltre il 26/09/2018) è disponibile in allegato, insieme alla locandina dell'evento.

Di seguito è presentata la prefazione alla tematica oggetto di studio:

“La prevenzione, la promozione, la tutela e il benessere dei minori, sono una priorità nelle nostre azioni amministrative tese sempre al continuo potenziamento e alla migliore organizzazione possibile delle attività territoriali.

In questo ambito, quindi, si ritiene necessario sensibilizzare la collettività e promuovere politiche territoriali per la tutela dei minori e dei relativi bisogni.

Il “Pilastro europeo dei diritti sociali”, proclamato il 17 novembre 2017 a Goteborg, costituisce un punto di partenza fondamentale, un’occasione preziosa per i Governi per affermare con vigore i valori comuni dei diritti dei cittadini e della dimensione sociale in mondo in rapido cambiamento e vogliamo rifarci a quei valori per costruire un sistema che metta al centro i bisogni ed intorno tutti coloro che hanno le competenze, le risorse, il metodo per dare risposte certe, concrete, veloci.

  • I bambini hanno diritto all’educazione e cura della prima infanzia a costi sostenibili e di buona qualità”;
  • “I minori hanno diritto di essere protetti dalla povertà. I bambini provenienti da contesti svantaggiati hanno diritto a misure specifiche tese a promuovere le pari opportunità”.

A questi principi dobbiamo e vogliamo ispirarci e questi sono gli obbiettivi che vogliamo raggiungere, unendo le migliori energie.

Tale tutela va intesa non solo come necessità di soddisfare bisogni materiali,  ma soprattutto le esigenze affettive e di ricevere adeguata educazione in ambito familiare.

Lo scopo è assicurare formazione etica, acquisizione di autonomia e responsabilità decisionale.

Il minore è riconosciuto come soggetto di diritti civili e sociali.

Cava de’ Tirreni ed Eboli hanno condiviso questo fine e nell’ambito delle politiche dei piani sociali di zona metteranno in campo ogni azione e supporto per migliorare la qualità dei servizi.

Allegati
(427 kB)